Slovenske TV

Podnaslovljene TV

Lokalne TV

EX YU TV

Angleške TV

Nemške TV

Italijanske TV

Ostale TV

RAI 5
06:04
uando scrive il suo primo grande romanzo Lo straniero (L'Étranger) Albert Camus e un giornalista di Paris Soir e ha tra i venticinque e i ventisette anni. Nel 1940 lo finisce mentre i tedeschi stanno invadendo il Belgio e i Paese Bassi. Comincia allora la vicenda editoriale del romanzo che, dopo varie traversie, esce nel 1942 da Gallimard in 4400 copie. Lo scrittore si e rifugiato ad Orano, in Algeria; ed e qui che e ambientato il libro. Mersault, un impiegato a cui e da poco morta la madre, conosce una ragazza, si mette con lei, fa amicizia con un vicino, uccide senza sapere perché un arabo, viene condannato a morte, sente che non vuole morire. Vittorio Giacopini e nato a Roma nel 1961. Lavora in un'agenzia di stampa, collabora alle pagine domenicali del Sole 24 Ore, ha collaborato alla rivista Lo straniero, disegna per Left. E tra i conduttori di Pagina3, su Radio3 Rai. Tra i suoi libri, Re in fuga. La leggenda di Bobby Fischer (Mondadori 2008); Il ladro di suoni (Fandango 2010); L'arte dell'inganno (Fandango 2011); Non ho bisogno di stare tranquillo (Eleuthera 2012); Roma (Il Saggiatore 2017); Il manuale dell'eremita (Edizioni dell'asino 2018). Nel 2008 ha curato Mi rivolto dunque siamo. Scritti politici di Albert Camus tradotto da Guido Lagomarsino e pubblicato da Eleuthera. Si ringrazia la Biblioteca dell'Accademia di Francia di Roma per aver ospitato le riprese della puntata. L'Accademia di Francia a Villa Medici accoglie artisti e ricercatori e propone una ricca programmazione culturale.
06:15
Tsanta Randriamihajasoa, musicista. Obou, pittore. James Ekollo, musicista.
06:43
Le isole del Pacifico meridionale sono le piu lontane e irraggiungibili. Un isolamento che ha generato forme di vita curiose, dai granchi giganti che sanno aprire le noci di cocco ai bruchi carnivori che sfruttano tecniche di caccia sofisticate per catturare la preda.
07:34
Agathe Djokam, ballerina. Simo, chef. Amadou Sanogo, pittore.
08:01
Tre architetti, tre concezioni, tre visioni dell'architettura, raccontati in tre documentari. Un dizionario delle parole da salvare e da interpretare per una nuova visione dell'architettura contemporanea.
08:58
Di stazione in stazione, Michael Portillo visita Fort Henry e la Reale Accademia Militare del Canada e ci racconta le storie di grandi personaggi dello spettacolo, dello sport e dell'industria canadese. Prima di lasciare il Paese, si concede un'avventura sulla CN Tower per ammirare lo straordinario panorama.
10:00
Dal Teatro alla Scala Simon Boccanegra di Giuseppe Verdi nell'allestimento firmato da Federico Tiezzi. Sul podio il M° Daniel Barenboim, protagonisti su palco Placido Domingo, Ferruccio Furlanetto, Anja Harteros (2020).
12:37
Dante Alighieri: cosa vedevano i suoi occhi quando ha concepito il suo viaggio dall'Inferno al Paradiso? Attorno a questa domanda, il Sommo Poeta squaderna davanti a noi un universo fatto di opere d'arte, citta, paesaggi, fenomeni naturali, eventi storici e momenti di vita quotidiana. In altre parole: la Commedia.
13:34
Agathe Djokam, ballerina. Simo, chef. Amadou Sanogo, pittore.
14:01
74 - DOC. NATURA - Evolution e un viaggio intorno alla natura, vista in tutte le sue forme: una natura che vive, si trasforma, muore e rinasce incessantemente, decl - inando da millenni gli infiniti aspetti della vita del nostro pianeta. Una natura con la quale l'uomo dovra sempre fare i conti, essendone comunque egli stesso parte integran - 2015 GBR.
15:42
RUBRICA - Rubrica per la promozione della cultura cinematografica in Italia.. - 2021 ITA.
15:51
Cinque atti in cui i protagonisti sono vittime di un amore senza speranze e dei pregiudizi sociali piu radicati contro i quali si scagliava la ribellione dell'anima romantica. Di Alexandre Dumas figlio, regia Giacomo Colli, con Warner Bentivegna, Emma Danieli, Silvia Monelli.
17:05
I Concerti di Radio3 al Quirinale presentano un recital pianistico di Alessandro Deljavan, Il musicista deve la sua notorieta ai premi ottenuti in prestigiosi concorsi internazionali e a registrazioni discografiche, molto numerose e dedicate a uno spettro di autori che va da Beethoven a Chopin, da Schubert a Grieg, a Satie, a Taneyev, arrivando negli ultimi anni a un'attenzione speciale per Bach. Proprio a partire dalla sua registrazione piu recente, le Variazioni Goldberg di Bach, nasce il programma del concerto al Quirinale: Deljavan eseguira infatti questo grande capolavoro in una versione che, per ragioni legate ai tempi della trasmissione radiofonica, conterra solo una parte dei ritornelli, ovvero delle ripetizioni con le quali normalmente si eseguono.
18:07
uando scrive il suo primo grande romanzo Lo straniero (L'Étranger) Albert Camus e un giornalista di Paris Soir e ha tra i venticinque e i ventisette anni. Nel 1940 lo finisce mentre i tedeschi stanno invadendo il Belgio e i Paese Bassi. Comincia allora la vicenda editoriale del romanzo che, dopo varie traversie, esce nel 1942 da Gallimard in 4400 copie. Lo scrittore si e rifugiato ad Orano, in Algeria; ed e qui che e ambientato il libro. Mersault, un impiegato a cui e da poco morta la madre, conosce una ragazza, si mette con lei, fa amicizia con un vicino, uccide senza sapere perché un arabo, viene condannato a morte, sente che non vuole morire. Vittorio Giacopini e nato a Roma nel 1961. Lavora in un'agenzia di stampa, collabora alle pagine domenicali del Sole 24 Ore, ha collaborato alla rivista Lo straniero, disegna per Left. E tra i conduttori di Pagina3, su Radio3 Rai. Tra i suoi libri, Re in fuga. La leggenda di Bobby Fischer (Mondadori 2008); Il ladro di suoni (Fandango 2010); L'arte dell'inganno (Fandango 2011); Non ho bisogno di stare tranquillo (Eleuthera 2012); Roma (Il Saggiatore 2017); Il manuale dell'eremita (Edizioni dell'asino 2018). Nel 2008 ha curato Mi rivolto dunque siamo. Scritti politici di Albert Camus tradotto da Guido Lagomarsino e pubblicato da Eleuthera. Si ringrazia la Biblioteca dell'Accademia di Francia di Roma per aver ospitato le riprese della puntata. L'Accademia di Francia a Villa Medici accoglie artisti e ricercatori e propone una ricca programmazione culturale.
18:18
'Bellitalia' e l'appuntamento settimanale della TGR dedicata ai beni culturali, ai musei e ai restauri, ma anche al paesaggio, ai centri urbani, alle tradizioni, a personaggi e curiosita collegati alla storia e alla cultura del nostro Paese. - 2022 ITA.
18:49
Amine Bendriouich, stilista. Pokemon, ballerino. Idah Razafindrakoto, disegnatrice.
19:15
NOTIZIARIO - Cronaca, politica, economia, cultura, spettacolo e sport dall'Italia e dal mondo. I fatti del giorno in tre minuti a cura di Rai News, il canale all news della Rai.. - 2022 ITA.
19:19
Tre architetti, tre concezioni, tre visioni dell'architettura, raccontati in tre documentari. Un dizionario delle parole da salvare e da interpretare per una nuova visione dell'architettura contemporanea.
20:14
Michael Portillo sale a bordo della leggendaria linea ferroviaria che taglia a meta l'Australia, il Ghan, un treno passeggeri operante tra Adelaide, Alice Springs, e Darwin. Alla Bond Springs Cattle Station, Michael scopre la storia del re del bestiame Sidney Kidman.
21:15
Mae Holland e figlia unica in una famiglia di condizioni economiche modeste. Suo padre e affetto da sclerosi multipla e non puo permettersi le cure costose che gli sarebbero necessarie. Inaspettatamente, la ragazza riesce a trovare lavoro presso , un'azienda futuribile che assume numerosi giovani, entrando cosi in un universo parallelo che supera ogni sua immaginazione. Tratto dall'omonimo romanzo di Dave Eggers.
23:03
Un cantautore romano viene a sapere da un giornalista che le canzoni d'amore italiane piu famose potrebbero non essere di chi le ha firmate, ma di Alberto Malien, un genio scomparso nel nulla. Arbore, Patty Pravo, Daniele Silvestri e Giancarlo Magalli diventeranno fondamentali per la ricostruzione dei fatti.
23:57
Roma, 14 luglio 2007: ripresa filmata dell'ultima data europea del Turn It On Again Tour, nella quale i Genesis si esibirono al Circo Massimo di Roma di fronte a circa 500.000 spettatori. In scaletta i brani Invisible Touch', 'Mama', 'No Son Of Mine', e 'I Can't Dance'.
01:25
NOTIZIARIO - Cronaca, politica, economia, cultura, spettacolo e sport dall'Italia e dal mondo. I fatti del giorno in tre minuti a cura di Rai News, il canale all news della Rai.. - 2022 ITA.
01:27
Tre architetti, tre concezioni, tre visioni dell'architettura, raccontati in tre documentari. Un dizionario delle parole da salvare e da interpretare per una nuova visione dell'architettura contemporanea.
02:21
Michael Portillo sale a bordo della leggendaria linea ferroviaria che taglia a meta l'Australia, il Ghan, un treno passeggeri operante tra Adelaide, Alice Springs, e Darwin. Alla Bond Springs Cattle Station, Michael scopre la storia del re del bestiame Sidney Kidman.
03:21
74 - DOC. NATURA - Evolution e un viaggio intorno alla natura, vista in tutte le sue forme: una natura che vive, si trasforma, muore e rinasce incessantemente, decl - inando da millenni gli infiniti aspetti della vita del nostro pianeta. Una natura con la quale l'uomo dovra sempre fare i conti, essendone comunque egli stesso parte integran - 2015 GBR.
05:03
Molte delle piu belle isole italiane hanno origine vulcanica. Sono figlie di giganteschi e violenti vulcani che hanno costruito nuovi mondi con esplosioni di fuoco, colate di lava, nubi di cenere e piogge di lapilli.
06:03
Pittore, architetto, innovatore, a 500 anni dalla sua morte Raffaello non smette di sorprenderci.
06:57
Il Museo d'Arte Provincia di Nuoro (MAN) e stato creato nel 1999 nel centro storico della citta, in un edificio degli anni Venti. ll MAN realizza progetti espositivi dedicati ai linguaggi visivi contemporanei e alla storia dell'arte del XIX e XX secolo, valorizzando la collezione d'arte sarda, cui nucleo proviene dalle raccolte di piu Enti pubblici di Nuoro: Provincia, Comune, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e EPT (Ente Provinciale Turismo).
07:08
Le quattro stanze dette di Raffaello nel Palazzo Pontificio in Vaticano, raccontate da Antonio Paolucci, storico dell'arte e per quasi dieci anni Direttore dei Musei Vaticani.
08:08
Si apre con un'opera simbolo di impegno civile e politico, il Quarto stato di Pellizza da Volpedo, il viaggio nell'arte del Novecento italiano messo in scena nel Palazzo dell'Arengario di Milano. Un edificio degli anni Trenta restaurato e riallestito nel 2010 per ospitare una raccolta che testimonia il periodo forse piu fertile e creativo della citta di Milano, una raccolta formata, innanzitutto, grazie alla generosita e alla passione dei milanesi per il collezionismo. Dal 1902 il percorso si inoltra a documentare l'attivita della prima avanguardia italiana, il futurismo, con un nucleo di particolare rilievo di sculture, dipinti, disegni di Umberto Boccioni, per offrire una panoramica significativa dell'arte tra le due guerre, fino a giungere agli anni Settanta del Novecento, con la prima rivoluzione che in Italia ha sottratto le ricerche degli artisti alle pratiche tradizionali della pittura e della scultura e le ha fatte sconfinare nell'installazione e nella performance. Gli spazi espositivi affacciati sui monumenti identitari di Milano, Palazzo Reale, Duomo e Galleria Vittorio Emanuele II, valorizzano ed enfatizzano il lavoro di artisti che hanno avuto un ruolo particolare nella storia culturale della citta, come Marino Marini e Lucio Fontana. Una seconda parte del Museo, allestita nel 2019, propone una lettura del Novecento come culla della sperimentazione linguistica e intermediale con un focus specifico sull'arte cinetica degli anni Cinquanta.
08:21
Al di la di leggende, miti e rivisitazioni fantasiose chi sono gli Etruschi? E quale e stato il loro peso nella storia della nostra civilta? Ad aprire il racconto in questa puntata, le immagini dei capolavori etruschi esposti al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e raccontati dal suo direttore, Valentino Nizzo. Pezzi pregiati che accompagnano il viaggio alla scoperta di questa civilta, non tanto – e non solo – per raccontarne le vicende storiche e artistiche che restano impresse nelle necropoli piu belle e nelle tombe affrescate di Tarquinia, Cerveteri o Veio, quanto per entrare in quell'universo etrusco che ha segnato e continua a segnare la cultura europea ed italiana in diverse epoche.
09:18
La Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e uno spazio poliedrico in cui convivono mostre temporanee, progetti dedicati alle collezioni e attivita di mediazione, integrazione e didattica per diverse fasce di pubblico. Un'officina della cultura visiva, un luogo di indagine, sperimentazione e divulgazione dei linguaggi della modernita, in confronto continuo con le istanze del nostro tempo. Valorizzazione delle collezioni, vocazione alla ricerca, attenzione al dialogo tra le discipline, sostegno ai talenti artistici e curatoriali emergenti, internazionalita: questi i cardini che caratterizzano la Galleria, da sempre aperta alla collaborazione, nel senso piu ampio del termine, tra istituzioni pubbliche e private, su scala cittadina, nazionale e internazionale. Dal 2018 Lorenzo Giusti e direttore della Galleria. Attorno a questa storia nasce La Collezione Impermanente, una piattaforma di ricerca, espositiva e laboratoriale che riflette sul carattere dinamico – e per certi aspetti contraddittorio – di una collezione solitamente definita per mezzo dell'attributo contrario (permanente) e che, attraverso una serie di appuntamenti, ha messo in campo un'azione programmatica che e andata a costituire allo stesso tempo uno strumento di ricerca sul patrimonio custodito, uno spazio di riflessione sul collezionismo e sulle politiche istituzionali di acquisizione e un terreno di sperimentazione curatoriale.
09:27
Procedendo a ritroso nei perduti paesaggi delle vedute rinascimentali, un'avventura alla scoperta di nuove tecniche d'arte per riportare il passato nel nostro presente.
10:19
RUBRICA - Rubrica per la promozione della cultura cinematografica in Italia.. - 2021 ITA.
10:24
Al centro di Roma non lontano da Via Veneto si trova il villino appartenuto alla famiglia Boncompagni Ludovisi, un piccolo gioiello non soltanto per la sua architettura ma anche per la preziosita del contenuto. L'edificio, progettato nel 1901 dall'architetto Giovanni Battista Giovenale su commissione del principe Luigi Boncompagni Ludovisi, e espressione del gusto definito barochetto romano tipico dell'inizio Novecento, in cui sono mescolate diverse espressioni di Liberty. Il principe abito nella villa con la moglie Alice Blanceflor de Bildt, nobildonna di origini svedesi, la quale continuo a vivere nella villa anche dopo la morte del marito e le sue seconde nozze con l'avvocato Adolfo Gancia. Oggi il villino possiede opere che vanno dal liberty al futurismo al Deco e al modernismo romano. Al piano nobile che comprende la Galleria degli Arazzi e il Salone delle Vedute, affrescato con un trompe-l'oil di Alberto Chiarotto, sono rimasti alcuni mobili e arredi originali, ma gli oggetti d'arte decorativa, gli abiti e accessori di moda che tracciano il percorso della ricerca di decoro e di agio nella societa italiana, in particolare del XX secolo, sono stati in gran parte donati al Museo o acquistati dallo stesso. Al secondo piano e ancora intatta la salle de bains degli anni Trenta rivestita con marmi pregiati e si trovano opere di artisti che hanno rinnovato l'estetica dell'Otto e Novecento italiano come Galileo Chini, Duilio Cambellotti, Alfredo Biagini, Ernesto Basile, Felice Carena, Giorgio de Chirico, Fortunato Depero e Giacomo Balla.
10:35
La bellezza di Firenze sta nelle sue pitture e nelle sue sculture. Non solo Uffizi dunque, ma Museo del Bargello, scrigno di meraviglie della scultura rinascimentale, soprattutto opere di Donatello e Michelangelo, e la Galleria dell'Accademia, luogo mitico del David, attrazione fatale per visitatori da tutto il mondo.
11:26
La - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea e il piu antico museo d'arte moderna d'Italia. Dalla sua apertura al pubblico nel 1863 ad oggi, le raccolte si sono arricchite nel tempo di numerosi capolavori. Forte di questo patrimonio, la , sotto la direzione di Riccardo Passoni, tiene fede al proprio originario impegno sul fronte della ricerca contemporanea, frutto di un continuo riferimento tra le opere storiche e il dibattito culturale odierno, ponendo in stretta correlazione il programma espositivo con le raccolte. Il museo conserva opere dei massimi artisti dell'Ottocento italiano, come Canova, Fontanesi, Fattori, Medardo Rosso e Pellizza da Volpedo e quelli del Novecento, tra cui Balla, Boccioni, Casorati, Modigliani, de Chirico, Martini, Morandi, De Pisis e Fontana. La possiede inoltre importanti opere delle avanguardie storiche internazionali, tra questi: Klee, Picabia, Picasso, Ernst, Dix, Calder, insieme a opere delle nuove avanguardie del secondo dopoguerra, attraverso una tra le piu importanti raccolte di Arte Povera, tra cui lavori di Merz, Boetti, Pistoletto, Paolini, Zorio, Anselmo e Penone. Nella collezione vi sono anche opere di grandi artisti internazionali come Andy Warhol, Cy Twombly, Anselm Kiefer e Georg Baselitz.
11:36
Un viaggio nel cuore della citta sepolta dall'eruzione del 79 d.C. attraverso un percorso poco battuto e dibattuto da storici e archeologi, seguendo le tracce degli schiavi e della gente comune che abitava la citta.
12:25
La storia di affonda le radici nel cuore antico della citta pontificia. Fu edificato verso il 1455 per volonta del cardinale veneziano Pietro Barbo divenuto poi papa con il titolo di Paolo II (1464-1471), grande appassionato di collezionismo e iniziatore ideale del destino museale e artistico dell'edificio. Un secolo piu tardi, nel 1564, il palazzo viene donato dalla Santa Sede alla Serenissima Repubblica di Venezia diventando avamposto della presenza diplomatica veneziana a Roma e, infine, ceduto nel 1797 all'impero d'Austria. La nascita del Museo di risale al 1916, quando l'edificio venne restituito allo Stato italiano e scelto come sede di un grande museo nazionale di arte medievale e rinascimentale. Quasi interamente dispersa la collezione di statuaria antica iniziata da Pietro Barbo, le raccolte del Museo si formarono a partire da un primo nucleo di sculture e opere provenienti da Castel Sant'Angelo, dalla Galleria Nazionale d'Arte Antica e dalle collezioni del Museo del Collegio Romano fondato nel Seicento dall'enciclopedico gesuita Athanasius Kircher. Altri nuclei consistenti di reperti provennero dalle confische dei beni ecclesiastici (interi corredi ceramici, mobili chiesastici, argenterie, oreficerie e paramenti sacri) e da edifici distrutti o pesantemente danneggiati in Abruzzo dal terremoto della Marsica del 1915. Primo direttore dell'istituzione fu Federico Hermanin (1871-1953), che curo l'allestimento seguendo le regole del museo d'ambientazione, allora particolarmente in voga. Nel 1933 conflui nel museo la collezione piu cospicua del proprio patrimonio, quella donata dai coniugi Henriette Tower e George Wurts, costituita da dipinti, pastelli su carta, sculture lignee, ceramiche, arazzi, ventagli, stoffe, mobili, argenti.
12:40
Un viaggio alla scoperta delle collezioni d'arte private piu prestigiose d'Italia.
13:35
Il saggista, anglista e critico Mario Praz (1896-1982) ha vissuto immerso nella sua collezione di arredi, sculture e dipinti dell'Ottocento, come se quel secolo non fosse mai finito. D'altronde il suo appartamento al centro di Roma era, ed e tutt'ora, collocato in un contesto ideale a tal proposito; si trova al terzo piano del palazzo Primoli, che oltre al Museo Napoleonico ospita anche la Fondazione Primoli, entrambi istituzioni fondati dal conte Primoli discendente di Napoleone. Mario Praz e stato docente all'Universita di Roma con la cattedra di Letteratura inglese; e stato anche autore di molti saggi, tra i quali il volume piu famoso e La carne, la morte e il diavolo nella letteratura romantica del 1950. Mario Praz, ha raccolto i pezzi della sua wunderkammer sul mercato antiquario europeo ma anche in Russia; mobili francesi e inglesi, un miscuglio di Neoclassicismo e stile impero, i ritratti delle famiglie regnanti dai Borbone ai Bonaparte, diorami, strumenti musicali, malachiti russe, cristalli boemi e tanti sorprendenti oggetti che formano una raccolta che vale sicuramente una visita.
13:42
L'Aquila: una citta con una tradizione culturale secolare, che continua oggi, e che con l'apertura del Maxxi si rilancia nel futuro.
14:40
Il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, per la sua integrita e stato di conservazione, costituisce un'importante testimonianza del modello museografico delle case d'artista. Oltre agli spazi espositivi, che raccolgono gran parte della produzione scultorea, ne sono parte integrante gli ambienti piu intimi e privati, la dimora e l'atelier, volutamente lasciati intatti dopo la sua morte nel 1959, per espressa volonta dell'artista. Sono conservati quadri, arredi, foto e cimeli, testimonianza di una vita lunga e di un'intensa attivita. Pietro Canonica, nato a Moncalieri nel 1869, si affermo precocemente come scultore per la straordinaria abilita di ritrattista. Fedele alle proprie radici nella tradizione classicista, anche negli anni delle avanguardie storiche a cavallo fra Ottocento e Novecento, fu interprete dei gusti dell'alta aristocrazia italiana ed europea, richiesto da una vasta clientela internazionale.
14:51
Un preziosa testimonianza sul lungo restauro della Cappella Sistina, iniziato nel 1980 e durato quattordici anni, a partire dai disegni preparatori e l'affresco, con interviste ai massimi esperti dell'epoca, anche quelli piu critici rispetto all'intervento di restauro.
15:50
Spoleto vanta un rapporto privilegiato con l'arte contemporanea, effetto dell'effervescente clima venutosi a creare in citta a partire dalla meta del secolo scorso. Un contesto fecondo dove maturano le precoci esperienze di pittura astratta con gli artisti del Gruppo di Spoleto e da cui scaturiscono iniziative quali il Premio Spoleto (dal 1953 al 1968) e Sculture in citta, manifestazione pionieristica curata da Giovanni Carandente nel 1962 che attrasse in Italia i maggiori esponenti della ricerca plastica internazionale. La Galleria d'arte moderna di Palazzo Collicola nasce negli ultimi decenni del Novecento per raccogliere le testimonianze di questo percorso vivacissimo e ospita la collezione originata negli anni Cinquanta e Sessanta, incrementata nel 2000 dalla donazione di Carandente, al quale e intitolato il Museo, e ulteriormente ampliata con acquisizioni che documentano le tendenze di fine Novecento e i linguaggi delle generazioni piu recenti. Uno spaccato della ricerca artistica italiana e internazionale, che attraversa l'informale, l'arte povera, l'arte astratta fino al ritorno alla pittura e alla figurazione, rappresentata da artisti italiani e stranieri tra i quali Anthony Caro, Sol Lewitt, Henry Moore, Gio Pomodoro, Fausto Melotti, Carla Accardi, Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Mario Ceroli, Pino Pascali, Stefano Di Stasio, Paola Gandolfi, Nunzio, Pizzi Cannella, Gianni Asdrubali.
16:03
Galleria Borghese e una delle piu importanti collezioni d'arte occidentali. Nata ai tempi di Galileo su impulso di un cardinale, rivisitata nel '700 dai suoi eredi, oggi e l'unico luogo al mondo in cui Barocco e Neoclassico trovano una sintesi perfetta.
16:53
Il Museo d'Arte Moderna di Bologna e indissolubilmente legato alla Galleria d'Arte Moderna di Bologna, istituzione nata nel 1975 su progetto dell'architetto Leone Pancaldi nel quartiere Fiera. La GAM di Bologna inizio la sua attivita nel clima di fervida vivacita intellettuale che pervadeva la citta di quegli anni e nella sua trentennale attivita si e basata su una progettualita binaria divisa tra la presentazione dell'avanguardia culturale e la rilettura della storia dell'arte italiana e internazionale. Dal 2007 il Museo si trova nell'ex Forno del Pane comunale nella zona denominata Manifattura delle Arti, in un'area della citta originariamente adibita all'attivita produttiva e commerciale, ma che ora rappresenta il polo culturale della citta di Bologna e comprende anche i laboratori del dipartimento accademico del DAMS, (nell'ex Manifattura Tabacchi), la Cineteca (nell'ex Macello) e il Cassero (nell'ex Salara). Il Museo presenta mostre temporanee nello spazio della Sala delle Ciminiere, caratterizzata dalle forme dei camini originari del vecchio panificio e nella sede a Villa delle Rose e riallestisce periodicamente gli spazi dedicati alla collezione permanente al primo piano del Museo per offrirla al pubblico sempre in una nuova prospettiva.
17:06
La prima puntata di C'era una volta una casa dedicata alle meraviglie di Capodimonte, dove un meraviglioso palazzo, costruito da Carlo di Borbone nel 1734, da reggia si e trasformato in uno dei musei piu importanti e piu ricchi di opere d'arte.
17:57
Inaugurato nel 1984, il trova sede in una monumentale residenza sabauda recuperata nell'assoluto rispetto dell'architettura e della decorazione settecentesca e restaurata per accogliere le espressioni artistiche piu aggiornate del nostro tempo. Le collezioni, esposte nelle ventidue sale affrescate del castello, documentano i momenti cruciali dello sviluppo dell'arte contemporanea in Italia e all'estero dagli anni Sessanta ad oggi, e testimoniano l'attivita di ricerca del museo, un centro di sperimentazione che, sin dall'apertura, ha favorito la diffusione delle opere di artisti giovani e delle tendenze piu radicali, ponendosi come un riferimento imprescindibile del settore a livello internazionale. Il nucleo fondante e identitario del Museo e rappresentato dalla collezione di arte povera, un movimento che ha operato prevalentemente nella citta di Torino e in territorio piemontese, con personalita come Michelangelo Pistoletto, Gilberto Zorio, Mario Merz, Alighiero Boetti, Luciano Fabro. La collezione si e arricchita di testimonianze della transavanguardia e di opere iconiche come Novecento di Maurizio Cattelan, e attualmente comprende circa quattrocento opere. Nel Duemila la Manica Lunga, l'edificio seicentesco nato per ospitare la pinacoteca di Carlo Emanuele, viene recuperato e destinato all'allestimento delle mostre temporanee e nel 2019 il Castello di Rivoli ottiene la gestione della Collezione di Francesco Federico Cerruti, circa mille opere, tra libri antichi, arredi, scultore e pitture che spaziano dal medioevo al contemporaneo. E' il primo museo d'arte contemporanea al mondo a incorporare una raccolta classica, enciclopedica, un'operazione che conferma la filosofia che ha caratterizzato l'attivita dell'istituzione piemontese.
18:08
Le notizie culturali della settimana.
19:03
Il Museo di Roma si trova dal 1952 nel cuore della Citta barocca affacciato su piazza Navona, a Palazzo Braschi, che fu costruito nel Settecento dal Papa Pio Braschi per il nipote Luigi Braschi Onesti. In origine il museo, nato il 21 aprile del 1930 giorno del Natale di Roma, si trovava nella struttura dell'ex Pastificio Pantanella, a Piazza della Bocca della Verita. La sua vocazione era di documentare la storia della citta a partire dall'epoca medievale. Negli anni '70 ci fu un incremento straordinario delle collezioni di grafica e fotografia che porto a una suddivisione organizzativa del Museo di Roma e all'istituzione del Gabinetto delle Stampe e dell'Archivio Fotografico Comunale, di nuovo riassorbiti dal Museo di Roma nel 1994. Il percorso all'interno del museo e organizzato secondo un modello tematico anziché cronologico nella successione delle sale espositive, situate al secondo e al terzo piano del Palazzo. Il primo piano e destinato alle esposizioni temporanee, che contribuiscono ad accrescere la conoscenza del luogo e del museo da parte di un pubblico piu vasto e eterogeneo, arricchendo l'offerta culturale romana con appuntamenti di grande richiamo. Le sale al piano terra, con entrata dal cortile, sono adibite alle mostre temporanee di grafica e fotografia con materiali provenienti per lo piu dalle collezione del Museo di Roma.
19:14
NOTIZIARIO - Cronaca, politica, economia, cultura, spettacolo e sport dall'Italia e dal mondo. I fatti del giorno in tre minuti a cura di Rai News, il canale all news della Rai.. - 2022 ITA.
19:17
A Firenze il professor Antonio Paolucci ci accompagna dalla Loggia dell'Orcagna agli Uffizi: l'invenzione museografica che ha conquistato il mondo. La Galleria, una vera antologia di grande storia dell'arte, percorsa tra assoluti capolavori dei maestri italiani, con uno sguardo allo straordinario Corridoio Vasariano.
20:10
Antonio Allegri detto il Correggio e stato un innovatore, capace di studiare tecniche e tinture che ancora oggi sorprendono gli studiosi. Eppure non ha subito ottenuto il riconoscimento dei contemporanei, schiacciato da predecessori come Raffaello, Michelangelo, Leonardo. Poi, nei secoli, la sua pittura e stata riscoperta poco alla volta, diventando un pittore amato in tutto il mondo.
21:07
Villa Torlonia e una delle ultime ville nobiliari ad essere acquisita all'uso pubblico, aperta solo nel 1978. Dagli anni Novanta sono stati avviati estesi interventi di recupero dei tredici edifici della villa e del parco, ormai definitivamente conclusi. Sono stati destinati a sedi museali l'ottocentesco Casino Nobile, che ospita il Museo della Villa e la collezione di opere della Scuola Romana, e il Museo della Casina delle Civette, dedicato alla vetrata artistica. Il Casino dei Principi e sede dell'Archivio della Scuola Romana e ospita mostre temporanee. Acquistata da Giovanni Torlonia nel 1797, la villa perse le sue originarie funzioni agricole per diventare esclusivamente una sede di rappresentanza che potesse dare lustro e visibilita ad una famiglia di umili origini ma con grandi capacita imprenditoriali e che era riuscita a diventare in pochi anni tra le piu ricche e potenti famiglie di Roma. Proseguendo la politica di affermazione del nome dei Torlonia nella societa aristocratica romana, l'erede Alessandro trasformo la villa in un luogo di celebrazione della dinastia, chiamando un cospicuo numero di artisti su modello dell'antico mecenatismo dei principi romani. Maestoso perno dell'edificio e la Sala da ballo, caratterizzata da due orchestre per ospitare musicisti durante le feste dei Torlonia. Il percorso nel Museo della Villa si inoltra in una successione di ambienti in stile gotico, neorinascimentale, neoclassico, egizio. Si tratta di un esempio unico per ricchezza e fastosita, che documenta la cultura artistica dell'epoca caratterizzata da un gusto eclettico, dal piacere della citazione da stili del passato, sensibile all'esotismo che si diffondeva in quegli anni attraverso le scoperte archeologiche in paesi lontani.
21:18
Un team di restauratori unico ha il compito di preservare il piu grande parco sommerso del pianeta a pochi chilometri da Napoli.
22:09
In un grande isolato a via delle Botteghe oscure al centro di Roma a due passi da Piazza Venezia e visibile la stratigrafia di 2000 anni di storia della citta nella Crypta Balbi, cosi detta perché sorge nell'area che ospitava uno dei tre teatri dell'antichita a Roma: il teatro di Balbo che Lucio Cornelio Balbo aveva eretto per volere di Augusto alla fine del I secolo a.C. Dagli anni 2000 Crypta Balbi e parte del Museo Nazionale Romano, oggi diretto dall'archeologo francese Stéphane Verger, che comprende inoltre il Palazzo Altemps, le terme di Diocleziano e il Palazzo Massimo alle Terme che e la sede principale del sistema museale. L'area fu acquisita nel 1981 dallo Stato italiano e un'equipe di archeologi, diretta da Daniele Manacorda - autore di numerosi libri sulla storia e la valorizzazione del patrimonio archeologico in Italia e oggi professore ordinario di Metodologia della ricerca archeologica all'Universita di Roma Tre - inizio gli scavi nell'isolato intorno all'ex teatro, sperimentando tecniche di indagine e lettura sull'archeologia Urbana e disvelando tutte le fase storiche che nel corso di due millenni si erano stratificate nel sito. L'area intorno alla Crypta racchiude una straordinaria testimonianza dell'evoluzione della societa romana e del tessuto urbano, portando alla luce in vent'anni di scavi e ricerche le trasformazioni e le diverse utilizzazioni dello stesso monumento che aiutano a comprendere i costumi sociali e le attivita economiche durante l'oscuro periodo che segna il passaggio dall'antichita al Medioevo. Dopo il disuso del teatro romano e la sua conseguente progressiva rovina le sue mura diroccate sono adibite a officine produttive, poi trasformate in discariche.
22:19
La stupefacente struttura del MART di Rovereto, una cupola in vetro e acciaio concepita dall'archistar internazionale Mario Botta, costruita sulle stesse dimensioni di quella del Pantheon di Roma. Tempio pagano votato agli dei dell'atto creativo, il MART e tra i primi e piu importanti musei di arte contemporanea del nostro secolo.
23:12
La Casa Museo dello scultore norvegese naturalizzato americano Hendrik Christian Andersen (Bergen, 1872 - Roma, 1940), vissuto a Roma dalla fine dell'Ottocento ino alla morte, racchiude una vasta collezione di opere, oltre duecento sculture di grandi, medie e piccole dimensioni in gesso e bronzo, oltre duecento dipinti e oltre trecento opere grafiche, e si segnala per la sua eccezionalita essendo quasi interamente incentrata attorno all'idea utopica, perseguita per tutta la vita dall'artista, di una grande Citta mondiale, destinata ad essere la sede internazionale di un perenne laboratorio di pensiero nel campo delle arti, delle scienze, della filosofia, della religione, della cultura fisica. Questo progetto che rifetteva le aspirazioni politiche del movimento internazionalista e pacifista della borghesia intellettuale di inizio Novecento, fu perseguito in modo maniacale da H.C. Andersen che lo considerava una vera missione filantropica comprensibile pienamente solo dalle generazioni future. L'identita del museo e legata fortemente al temperamento visionario dell'autore, che scelse, come molti americani prima di lui, l'Italia e Roma quale residenza stabile, dopo il periodo dei viaggi e della formazione, per riaffermare la continuita con i valori, con lo spirito antico rintracciabili nella Citta Eterna. L'edificio che ospita il Museo Hendrik Christian Andersen e stato costruito tra il 1922 e il 1925, su disegno dello stesso artista norvegese, nella tipologia della palazzina con annesso studio di scultura, poco oltre la Porta del Popolo e, nel 1935, soprelevato di un intero piano con una fascia di pitture allegoriche in stile neorinascimentale. Il Villino stesso viene concepito come spazio aperto alle iniziative di ricerca e sviluppo di un progetto internazionale, quasi un prototipo in miniatura del piu grandioso disegno immaginato su scala universale.
23:23
Nell'immaginario comune i depositi dei musei sono considerati magazzini sporchi e polverosi dove sono nascoste opere che vengono negate alla pubblica fruizione. In questa puntata sfateremo questo luogo comune con un'affascinante viaggio nei depositi di quattro grandi musei italiani: il Museo delle Civilta di Roma, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Museo Archeologico di Adria e la Pinacoteca di Brera. Scopriremo che i depositi sono in realta il vero cuore di ogni museo, luoghi fondamentali per la conservazione, lo studio e la salvaguardia del patrimonio. Perché non tutto si puo esporre e non tutto si deve esporre. Come avviene in ogni grande istituzione museale europea e mondiale cio che esposto al pubblico e solo la punta dell'iceberg: la grande mole del patrimonio si trova nei depositi, luoghi da riscoprire, conoscere e valorizzare.
00:17
NOTIZIARIO - Cronaca, politica, economia, cultura, spettacolo e sport dall'Italia e dal mondo. I fatti del giorno in tre minuti a cura di Rai News, il canale all news della Rai.. - 2022 ITA.
01:12
Le Terme di Diocleziano sono una delle quattro sedi del Museo Nazionale Romano, insieme a Palazzo Massimo, Palazzo Altemps e Crypta Balbi. Il complesso monumentale delle Terme di Diocleziano, le piu grandi di Roma antica, venne costruito tra il 298 e il 306 d.C. L'edificio, oltre ai tradizionali ambienti con vasche d'acqua di diverse temperature (calidarium, frigidarium e tepidarium), comprendeva un'aula centrale basilicale, la piscina scoperta (natatio) e molte altre sale di ritrovo. Parte del perimetro e, infatti, oggi occupato dalla chiesa di Santa Maria degli Angeli: nel 1561 Pio IV decise di trasformare le Terme in Basilica, con annesso convento. Il lavoro fu affidato a Michelangelo, ormai ottantaseienne, che realizzo la Chiesa, suggerendo probabilmente l'impianto generale della Certosa e il disegno del Chiostro grande. La costruzione ebbe svariate interruzioni per mancanza di fondi e si prolungo per tutto il Seicento e in parte anche oltre. Nel 1889 il complesso divenne la prima sede del Museo Nazionale di Antichita Romane e vi furono raccolte diverse collezioni archeologiche ed i ritrovamenti avvenuti a partire dal 1870 nei grandi cantieri che adeguarono Roma al suo nuovo ruolo di Capitale del Regno d'Italia. Il percorso museale si snoda tra alcune delle Grandi Aule superstiti, tra le quali l'Aula X, uno degli ingressi monumentali alle Terme, dove sono collocati il sepolcro dei Platorini, scoperto nel 1880 nell'area della Lungara sulla riva destra del Tevere e qui allestito in occasione dell'Esposizione Universale del 1911, e due tombe a camera ricavate all'interno di un grosso nucleo di tufo, rinvenute nel 1951 lungo la via Portuense.
01:23
In Italia il museo esce dai suoi confini, occupa ogni angolo delle citta, sta all'ombra di ogni campanile: il professor Antonio Paolucci ci guida da un 'museo della piccola patria', identitario di un popolo, di una storia, come quello della Collegiata di S.Andrea a Empoli, al 'museo santuario' del Duomo di Orvieto.
02:15
Fatta edificare da Girolamo Riario nel Quattrocento al di sopra di una domus romana, ampliata e rinnovata dai cardinali Franceso Soderini e Marco Sittico Altemps nel corso del Cinquecento, la dimora situata tra Piazza Navona e il Tevere, costituisce un microcosmo esemplare dell'architettura, dell'arte e del gusto collezionistico antiquario che si propago a Roma a partire dalla fine del XV secolo, caratterizzandone fortemente ogni forma di espressione culturale. Il cardinale di origine austriaca Marco Sittico Altemps acquista il palazzo nel 1568 rivisitando il fabbricato con elementi fortemente rappresentativi dello status di ricchissimo eccelsiastico, come la torre belvedere, la loggia dipinta concepita come una galleria espositiva, le decorazioni con paesaggi illusori nel grande salone secondo uno schema proprio del secolo XVI. Tra gli elementi caratteristici della committenza Altemps anche la Chiesa di Sant'Aniceto, costruita per accogliere le spoglie di un papa, che per la prima volta sono concesse per essere collocate in un contesto privato.
02:26
La prima collezione pubblica al mondo: i Musei Capitolini. Il prof. Antonio Paolucci ci guida dalla michelangiolesca piazza del Campidoglio al Cortile dei Conservatori, e di li, tra infiniti tesori archeologici, al Palazzo Nuovo e alla Pinacoteca che si apre sulla terrazza Caffarelli e la grande bellezza di Roma.
03:18
Un racconto della Collezione Farnesina, che con oltre quattrocento opere offre una ampia panoramica dell'arte italiana del XX e del XXI secolo, con elementi che la rendono una collezione unica al mondo.
04:09
Un racconto in forma di inchiesta, che ricostruisce il percorso artistico piu controverso di Parmigianino. Vasari lo marchio come alchimista e da allora la sua memoria si perse nelle maglie della storia. Eppure, le opere di Parmigianino sono ancora oggi considerate prove di eccezionale capacita innovativa.
05:04
Nel 1943 l'esercito tedesco, con l'inganno, svuota alcuni depositi segreti nella campagna toscana portando via circa 50 casse: contengono alcune delle opere piu preziose del nostro patrimonio, che i funzionari delle Gallerie degli Uffizi di Firenze avevano nascosto per evitare i danni dei bombardamenti. Nel 1945 l'esercito alleato recupera le opere in Val Passiria e le riporta a Firenze. Tutte tranne nove opere, di cui si perdono le tracce. Tra questi Il vaso di fiori di Jan Van Huysum, un dipinto di eccezionale valore storico ed artistico. Il documentario ricostruisce le indagini complesse, il delicato dialogo di diplomazia internazionale, momenti di stallo e colpi di scena.
06:00
Negli anni 1935-36 Carlo Levi viene condannato al confino per la sua militanza antifascista in Giustizia e liberta. All'inizio la sua destinazione e Grassano in Basilicata, poi il luogo non e considerato abbastanza isolato e lo si manda nel piccolo paese di Aliano. Cristo si e fermato a Eboli e il romanzo in cui, a distanza di quasi dieci anni, lo scrittore, che vive a Firenze, racconta il proprio incontro con un Sud arcaico e isolato da tutto. Incrociando romanzo, memoir, saggio politico, studio antropologico, diario e reportage, Levi scrive un libro in cui confluiscono il suo razionalismo illuministico e insieme l'attrazione per le culture arcaico-contadine. Filippo La Porta, critico letterario e saggista, collabora a quotidiani e riviste, tra cui il Domenicale del Sole 24 ORE e Il Messaggero. Tra i suoi libri ricordiamo La nuova narrativa italiana (1995), Non c'e problema. Divagazioni morali su modi di dire e frasi fatte (1997), Maestri irregolari. Una lezione per il nostro presente (2007), Meno letteratura, per favore (2010), Pasolini (2012), Poesia come esperienza. Una formazione nei versi (2013) e Roma e una bugia (2014). Per Bompiani ha pubblicato Dizionario della critica militante (con Giuseppe Leonelli, 2007) e Indaffarati (2016), Il bene e gli altri. Dante e un'etica per il nuovo millennio (2018). Nei Passepartout ha curato il Manifesto del partito comunista di Marx ed Engels.
06:11
Agathe Djokam, ballerina. Simo, chef. Amadou Sanogo, pittore.
06:37
20 mila isole che sono state rifugio e terra di conquista per specie animali e vegetali, portate dai cicloni e dagli tsunami, magari dopo la frammentazione dei supercontinenti milioni di anni fa. Approdate su spiagge sconosciute dopo avventurosi naufragi, hanno trasformato lidi sconosciuti nel loro Paradiso privato.
07:27
Soul Bang's, musicista. Herilallaina Ravelomanana, chef. Youness Atbane, artista.
07:53
Tre architetti, tre concezioni, tre visioni dell'architettura, raccontati in tre documentari. Un dizionario delle parole da salvare e da interpretare per una nuova visione dell'architettura contemporanea.
08:46
Michael Portillo sale a bordo della leggendaria linea ferroviaria che taglia a meta l'Australia, il Ghan, un treno passeggeri operante tra Adelaide, Alice Springs, e Darwin. Alla Bond Springs Cattle Station, Michael scopre la storia del re del bestiame Sidney Kidman.
09:45
RUBRICA - Rubrica per la promozione della cultura cinematografica in Italia.. - 2021 ITA.
10:00
Rossini Opera Festival 1984. Direttore Claudio Abbado. Regia Luca Ronconi. Scene Gae Aulenti.
12:41
Tre architetti, tre concezioni, tre visioni dell'architettura, raccontati in tre documentari. Un dizionario delle parole da salvare e da interpretare per una nuova visione dell'architettura contemporanea.
13:36
Soul Bang's, musicista. Herilallaina Ravelomanana, chef. Youness Atbane, artista.
14:00
75 - DOC. NATURA - Evolution e un viaggio intorno alla natura, vista in tutte le sue forme: una natura che vive, si trasforma, muore e rinasce incessantemente, decl - inando da millenni gli infiniti aspetti della vita del nostro pianeta. Una natura con la quale l'uomo dovra sempre fare i conti, essendone comunque egli stesso parte integran - 2015 GBR.
15:40
Definita dallo stesso Gabriele D'Annunzio la 'perfetta' tra le sue tragedie: gli ultimi momenti di una famiglia nobile di Anversa. Con Romolo Valli, Rosella Falk, Massimo De Francovich, Carlo Giuffre, - Ilaria Occhini. Scene e costumi di Pierluigi Pizzi. Regia di Giorgio De Lullo. - 1965 ITA.
17:34
Dall'auditorium Parco della Musica di Roma il Maestro Antonio Pappano dirige l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia nella Sinfonia n. 9 in Re maggiore di Gustav Mahler. Regia tv di Carlo Gallucci.
19:00
NOTIZIARIO - Cronaca, politica, economia, cultura, spettacolo e sport dall'Italia e dal mondo. I fatti del giorno in tre minuti a cura di Rai News, il canale all news della Rai.. - 2022 ITA.
19:03
Tre architetti, tre concezioni, tre visioni dell'architettura, raccontati in tre documentari. Un dizionario delle parole da salvare e da interpretare per una nuova visione dell'architettura contemporanea.
20:00
Michael Portillo esplora il Nuovo Galles del Sud, guidato dalla sua Guida Bradshaw del 1913. Raggiunge le Blue Mountains a ovest e percorre circa 1000 chilometri per raggiungere la citta mineraria di Broken Hill.
21:15
Dal Teatro alla Scala di Milano, dramma lirico in quattro atti su libretto di Francesco Maria Piave, musica di Giuseppe Verdi. Orchestra e Coro del Teatro alla Scala, Direttore Riccardo Chailly. Regia Tv di Arnalda Canali.
00:10
Negli anni in cui il rock era permeato dall'euforia pacifista, Lou Reed e i Velvet Underground proponevano un'estetica urbana nuda e cruda. Da allora, la musica di Lou Reed continua a esercitare la sua influenza pervasiva sul rock moderno.
01:10
Quando scrive il suo primo grande romanzo Lo straniero (L'Étranger) Albert Camus e un giornalista di Paris Soir e ha tra i venticinque e i ventisette anni. Nel 1940 lo finisce mentre i tedeschi stanno invadendo il Belgio e i Paese Bassi. Comincia allora la vicenda editoriale del romanzo che, dopo varie traversie, esce nel 1942 da Gallimard in 4400 copie. Lo scrittore si e rifugiato ad Orano, in Algeria; ed e qui che e ambientato il libro. Mersault, un impiegato a cui e da poco morta la madre, conosce una ragazza, si mette con lei, fa amicizia con un vicino, uccide senza sapere perché un arabo, viene condannato a morte, sente che non vuole morire. Vittorio Giacopini e nato a Roma nel 1961. Lavora in un'agenzia di stampa, collabora alle pagine domenicali del Sole 24 Ore, ha collaborato alla rivista Lo straniero, disegna per Left. E tra i conduttori di Pagina3, su Radio3 Rai. Tra i suoi libri, Re in fuga. La leggenda di Bobby Fischer (Mondadori 2008); Il ladro di suoni (Fandango 2010); L'arte dell'inganno (Fandango 2011); Non ho bisogno di stare tranquillo (Eleuthera 2012); Roma (Il Saggiatore 2017); Il manuale dell'eremita (Edizioni dell'asino 2018). Nel 2008 ha curato Mi rivolto dunque siamo. Scritti politici di Albert Camus tradotto da Guido Lagomarsino e pubblicato da Eleuthera. Si ringrazia la Biblioteca dell'Accademia di Francia di Roma per aver ospitato le riprese della puntata. L'Accademia di Francia a Villa Medici accoglie artisti e ricercatori e propone una ricca programmazione culturale.
01:20
NOTIZIARIO - Cronaca, politica, economia, cultura, spettacolo e sport dall'Italia e dal mondo. I fatti del giorno in tre minuti a cura di Rai News, il canale all news della Rai.. - 2021 ITA.
01:21
Tre architetti, tre concezioni, tre visioni dell'architettura, raccontati in tre documentari. Un dizionario delle parole da salvare e da interpretare per una nuova visione dell'architettura contemporanea.
02:18
Michael Portillo esplora il Nuovo Galles del Sud, guidato dalla sua Guida Bradshaw del 1913. Raggiunge le Blue Mountains a ovest e percorre circa 1000 chilometri per raggiungere la citta mineraria di Broken Hill.
03:17
75 - DOC. NATURA - Evolution e un viaggio intorno alla natura, vista in tutte le sue forme: una natura che vive, si trasforma, muore e rinasce incessantemente, decl - inando da millenni gli infiniti aspetti della vita del nostro pianeta. Una natura con la quale l'uomo dovra sempre fare i conti, essendone comunque egli stesso parte integran - 2015 GBR.
04:58
Le coste sabbiose dell'Italia sono uno straordinario paradiso di biodiversita, un punto di contatto fra il mare, la terra e l'acqua dolce. E' anche un universo fragile, che impone a piante e animali adattamenti estremi.